top of page

L'importanza della Sterilizzazione nel centro estetico: Conosci i 4 passaggi fondamentali?

Aggiornamento: 7 gen



Cara estetista, da sempre sai quanto sia importante l'igiene del centro estetico e la parola sterilizzazione la conosci benissimo, ma spesso si creano confusioni su significato e modalità.


Cos'è dunque la sterilizzazione? La sterilizzazione è il processo di disinfezione degli strumenti utilizzati dal centro estetico, al fine di eliminare o ridurre al minimo la presenza di microorganismi dannosi e ha lo scopo di distruggere la quasi totalità di qualsiasi forma microbica.

Si parla di un materiale sterile, quando la probabilità di trovare un microorganismo è inferiore a 1 su un milione.

  • È importante sterilizzare gli strumenti nel centro estetico?

Sì, è di fondamentale importanza sterilizzare gli strumenti nel centro estetico per garantire la massima igiene e sicurezza durante i trattamenti estetici.


Gli strumenti utilizzati durante i trattamenti estetici come lame, lime, cappucci frese e raspe vengono a contatto con la pelle e le mucose delle clienti e se non sterilizzati correttamente, possono essere veicolo di trasmissione di batteri, virus e altri agenti patogeni che potrebbero causare infezioni o altre complicazioni


L'utilizzo di strumenti sterilizzati aiuta a evitare la diffusione di malattie infettive sia tra i clienti che tra il personale del centro estetico. A tal proposito è necessario che il centro estetico utilizzi metodi di sterilizzazione efficaci e che segua procedure rigorose per garantire che gli strumenti siano completamente privi di germi. Inoltre, è importante che gli strumenti vengano conservati in modo adeguato, per evitare la contaminazione durante il loro utilizzo.

  • In quante fasi avviene il processo di sterilizzazione?


Esistono diverse metodologie per sterilizzare gli strumenti, che possono differire per efficacia, velocità, sicurezza e altre caratteristiche.

Ricordiamoci però che statisticamente, non si può affermare che ci sia assoluta sterilità.

Quindi al fine di ottenere il risultato migliore, è indispensabile codificare tutte le procedure che intervengono nel trattamento del materiale al fine di ridurre il più possibile il rischio di alterazione del risultato. a tale scopo è necessario un:


  • Protocollo di lavoro

Ecco i 4 passaggi fondamentali per avere la certezza di aver effettuato una perfetta sterilizzazione, con un’occhio anche alla cura degli strumenti:


1. Pre-trattamento: abbattere la carica microbica.

Il Pre-trattamento serve ad abbattere la carica batterica portando gli strumenti a livello di sicurezza a tutela della salute del lavoratore. Gli strumenti devono essere immersi nella soluzione disinfettante immediatamente dopo l’utilizzo (prima che le sostanze organiche si disidratino o aderiscano allo strumento).


2. Pulizia: eliminazione dei residui organici.

Una regola fondamentale prima di avviare oggetti alla disinfezione/sterilizzazione, è sottoporli ad un’attenta pulizia.

È infatti scorretto disinfettare/sterilizzare strumenti ricoperti (sia pure parzialmente) da materiale organico in quanto questi possono: -Inattivare alcuni disinfettanti;

-Impedire il contatto tra il disinfettante e i contaminanti.


3. Disinfezione: distruzione dei microrganismi patogeni

Gli agenti chimici di disinfezione sono chiamati disinfettanti se sono usati per la de- contaminazione di oggetti e ambienti, mentre sono chiamati antisettici se sono utilizzati su tessuti viventi (cute, mucose).

La loro azione consiste nell’impiego di molecole organiche ed inorganiche in grado di ledere la cellula microbica con complesse reazioni chimiche, come ad esempio l’ossidazione delle proteine


4. Sterilizzazione:

È la fase di distruzione di tutte le forme di vita microbiche (microrganismi patogeni e non, spore e forme vegetali)

La sterilizzazione consente l’eliminazione di tutti i germi patogeni comprese le spore e rappresenta l’intervento da preferire in tutti i casi in cui può essere applicato.


La Sterilizzazione può essere: 1. Sterilizzazione chimica a freddo; 2. Sterilizzazione a secco con microsfere di quarzo;

3. Sterilizzazione a secco ad aria calda; 4. Sterilizzazione a vapore in autoclave



La scelta del metodo più adeguato per sterilizzare gli strumenti dipende dalle specifiche esigenze del centro estetico e dalle normative locali. È importante scegliere un metodo affidabile e sicuro per garantire la massima igiene e protezione dei clienti.

In ogni caso la sterilizzazione ad umido in autoclave è il metodo raccomandato in assoluto, in quanto il più efficace, semplice e facilmente verificabile.


  • Perchè è raccomandato l'utilizzo dell'autoclave nel centro estetico?

Perchè l''autoclave è in grado di eliminare i batteri, i virus e altri agenti patogeni presenti sugli strumenti utilizzati durante i trattamenti, riducendo il rischio di infezioni. Inoltre, l'utilizzo dell'autoclave aiuta a garantire che gli strumenti siano pronti per l'uso in modo rapido e affidabile, il che può essere particolarmente importante in un ambiente di lavoro ad alto volume come un centro estetico. Di conseguenza, l'utilizzo dell'autoclave oltre ad essere fondamentale per garantire la sicurezza dei clienti aiuta a consolidare e mantenere nel tempo un'immagine positiva del centro estetico, come luogo di benessere e di sicurezza.


  • Come funziona un'autoclave?


Un'autoclave funziona tramite la sterilizzazione a vapore.

In particolare, l'autoclave riscalda l'acqua fino a generare vapore, che viene poi utilizzato per sterilizzare gli strumenti. Il processo di sterilizzazione inizia con il riscaldamento dell'acqua all'interno della camera dell'autoclave fino a quando non raggiunge una temperatura sufficientemente elevata per generare vapore. Il vapore viene quindi iniettato nella camera dell'autoclave, dove viene a contatto con gli strumenti da sterilizzare. Il vapore, che ha una temperatura superiore ai 100 °C, uccide i batteri, i virus e altri agenti patogeni presenti sugli strumenti, rendendoli sterile. Una volta che il processo di sterilizzazione è completato, il vapore viene fatto uscire dalla camera dell'autoclave e gli strumenti vengono lasciati raffreddare all'interno della camera stessa. La maggior parte delle autoclavi moderne è dotata di un display che mostra la temperatura e il tempo di sterilizzazione, oltre a un timer che permette di impostare il tempo di sterilizzazione desiderato. Inoltre, molti modelli includono anche un sistema di sicurezza per evitare il surriscaldamento. Stampanti integrate, chiavette o connessione wi-fi permettono di monitorare e registrare il processo di sterilizzazione come richiesto dalle normative


Cara estetista, comprenderai sicuramente, alla luce di queste semplici informazioni, quanto sia importante che qualità e sicurezza dei prodotti e delle attrezzature siano importanti.

A tale scopo affidati sempre ad aziende in grado di garantirti tutto questo, oltre a una continua assistenza tecnica e personale.



Per concludere: il centro estetico, luogo di benessere e conforto per eccellenza, deve mettere al primo posto, sempre, professionalità, igiene e sicurezza per garantire al cliente il piacere di abbandonarsi alle mani esperte dell’estetista in tutta sicurezza.

È un dovere dell’estetista onorare e rispettare tutte le norme igieniche che garantiscano questo risultato.

Il ritorno in termini di risultati e di fidelizzazione sarà ovviamente e giustamente, altissimo.


Sei una professionista del settore?

Se desideri ricevere la guida Tecniwork ad una corretta igiene e sterilizzazione degli strumenti, o se desideri informazioni



Foto di Leohoho da Pixabay

90 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Ancora 1
bottom of page